TELEFONO MONDO
800.513.340
Il servizio sara' attivo da lunedi a venerdi dalle 14.00 alle 17.30
Lingue:

Lunedi: Inglese Tagalog
Martedi: Arabo Francese
Mercoledi: Cinese
Giovedi: Albanese Moldavo
Venerdi: Spagnolo Portoghese
Permesso di soggiorno
Permesso soggiorno CE lungo soggiornanti
Welfare
Cittadini UE
Cittadinanza
Protezione internazionale

Invitare un familiare o amico per un breve periodo

Permesso di soggiorno

I cittadini stranieri, che vogliono entrare in uno dei paesi dell’area Schengen (vedi elenco dei paesi dell’area Schengen) come turisti, devono avere il passaporto valido (o altro documento valido per l’espatrio ) e il visto d’ingresso. Solo da alcuni paesi non è richiesto il visto per turismo (vedi elenco dei paesi extra UE esenti da visto per soggiorni di breve periodo).

Per essere autorizzati ad entrare la persona non deve essere considerata un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dello stato; bisogna inoltre dimostrare di avere risorse economiche sufficienti per mantenersi durante tutto il soggiorno (vedi tabella della disponibilità finanziaria).

La disponibilità economica può essere dimostrata con denaro contante, fideiussioni bancarie o assicurative, titoli di credito equivalenti, oppure con la disponibilità di fonti di reddito nel territorio nazionale. Rientra in questo caso l’ospitalità fornita da conoscenti o parenti, che deve essere documentata con dichiarazioni/garanzie d’impegno sottoscritte dalla persona che invita.

Dall’Italia si può mandare un invito scritto al familiare, specificando la durata della permanenza (che non può essere superiore a 90 giorni). Chi manda l’invito deve garantire vitto, alloggio, eventuali spese mediche, biglietto di ritorno. Alla lettera, firmata, bisogna aggiungere la copia di un documento d’identità, oppure, se chi invita è un cittadino straniero, copia del passaporto e del permesso di soggiorno.

Senza visto: In questo caso è direttamente la Polizia di frontiera che verifica, oltre alla validità del passaporto, se i mezzi economici sono sufficienti. Qui deve essere presentata la lettera /dichiarazione d’invito.

Con visto: La persona invitata presenta la lettera (a titolo di esempio vedi il fac simile di lettera di invito in uso presso il Consolato Italiano a Tirana) all’Ambasciata o Consolato Italiano nel paese di residenza, chiedendo il visto per turismo o per visita a familiari. Nella domanda devono essere indicati, oltre ai propri dati, anche il motivo, luogo e durata della permanenza in Italia, i mezzi di trasporto che saranno utilizzati, le risorse economiche e la disponibilità di un alloggio in Italia. In questo caso, i mezzi economici e l’alloggio sono garantiti da chi manda l’invito.

I consolati hanno un’ampia discrezionalità nel concedere o meno i visti. Possono inoltre richiedere altra documentazione legata alla situazione economica e lavorativa della persona che chiede il visto, ma anche rispetto alla capacità economica di chi invita.

L’autorità diplomatica italiana rilascia il visto per turismo o visita a familiari se ritiene che ci siano i requisiti necessari. In caso contrario, deve comunicare il rifiuto per iscritto, indicando i motivi. Non deve spiegare i motivi solo se ci sono ragioni d’ordine pubblico o sicurezza dello stato. 

Una volta giunti in Italia: Chi ospita per un periodo superiore a 30 gg deve fare la comunicazione di cessione di fabbricato entro 48 ore alle autorità locali di Pubblica sicurezza.

Per i cittadini extra UE, che entrano in Italia per motivi di turismo e affari, in base alla legge del 28 maggio 2007, n.68 non esite più l'obbligo della richiesta del permesso di soggiorno, ma solo della dichiarazione di presenza (alle autorità di frontiera nel caso di arrivo da un paese fuori dell'area Schengen e al Questore se provengono da un paese dell'area Schengen entro 8 gg lavorativi).

La permanenza in Italia è pari alla durata indicata nel visto, fino ad un massimo di 3 mesi. Non è rinnovabile.

 
Aree
Categorie
Hai trovato utile il servizio?
Si No
 
 
Telefono mondo
Numero verde
Orari
Contatti
800.513.340
Lunedi Inglese Tagalog 14:00-18:00
Martedi Albanese 10:00-13:00 Urdu 14:00-18:00
Mercoledi Arabo Francese 10:00-13:00 Cinese 14:00-18:00
Giovedi Rumeno/Moldavo 10:00-13:00 14:00-18:00
Venerdi Spagnolo 14:00-18:00
Italiano ad ogni apertura
PAIS Palazzo delle Associazioni e Imprese Sociali
Via Angera 3 Milano
(ingresso da via Belgirate 15)

Telefono (+39) 02 66 98 60 00
Fax (+39) 02 67 57 43 34
Email info@telefonomondo.it