TELEFONO MONDO
800.513.340
Il servizio sara' attivo da lunedi a venerdi dalle 14.00 alle 17.30
Lingue:

Lunedi: Inglese Tagalog
Martedi: Arabo Francese
Mercoledi: Cinese
Giovedi: Albanese Moldavo
Venerdi: Spagnolo Portoghese
Permesso di soggiorno
Permesso soggiorno CE lungo soggiornanti
Welfare
Cittadini UE
Cittadinanza
Protezione internazionale

Il rilascio e rinnovo del Permesso di soggiorno: regole generali

Permesso di soggiorno

I cittadini stranieri extra UE entrati in Italia con il visto, devono rivolgersi entro 8 giorni lavorativi alla Questura della provincia dove intendono stabilire la residenza per avviare la pratica del permesso di soggiorno.

Alcuni tipi di permesso di soggiorno si chiedono direttamente alla Questura e altri tramite le poste italiane. In base al Regolamento di attuazione lo Sportello Unico della Prefettura ha le competenze per la richiesta del primo permesso di soggiorno in seguito all'ingresso per lavoro subordinato e ricongiungimento familiare.

Per i cittadini extra UE, che entrano in Italia per motivi di turismo e affari in base alla legge del 28 maggio 2007, n.68 non esiste più l'obbligo della richiesta del permesso di soggiorno, ma solo della dichiarazione di presenza, alle autorità di frontiera nel caso di arrivo da un paese fuori dell'area Schengen e al Questore se provengono da un paese dell'area Schengen.

Trascorsi gli 8 giorni si diventa irregolari, anche se entrati con visto, e si rischia di essere espulsi. L'espulsione comporta l'impossibilità di rientro dai 3 ai 5 anni (salvo che non sia disposto diversamente nel decreto), non solo in Italia ma in tutti i paesi dell'area Schengen.

Il rinnovo del permesso di soggiorno deve essere chiesto all'Ufficio Immigrazione della Questura della provincia di residenza o domicilio 60 giorni prima della scadenza. Il cittadino straniero regolare non può rimanere fuori del territorio italiano per un periodo più lungo di sei mesi oppure, se ha un permesso rilasciato per una durata superiore ad un anno, per non oltre la metà del tempo.

Per ulteriori informazioni sulla nuova procedura della richiesta del rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno si consiglia di visitare il sito internet: www.portaleimmigrazione.it - promosso dal Ministero dell'Interno in collaborazione con ANCI e Poste Italiane. Dal 2006 il Ministero dell’Interno, il Ministero della Salute, il Ministero dei Trasporti hanno emanato dei provvedimenti che garantiscono alcuni diritti ai cittadini stranieri che hanno fatto ingresso con visto per motivi di lavoro subordinato, autonomo e famiglia , in attesa del rilascio del primo permesso di soggiorno. I

l cittadino straniero entrato con visto di lavoro subordinato nell’attesa del primo rilascio del permesso di soggiorno può: •ottenere l'iscrizione anagrafica (Circolare Ministero dell’Interno 2-4-2007);

•esercitare l'attività' lavorativa per cui ha ottenuto il nulla-osta (Direttiva Ministero dell’Interno 20-2-2007) ed avere i diritti previdenziali (Messaggio INPS 2226.2008);

•iscriversi al SSN, esibendo ricevuta dell'avvenuta presentazione della richiesta di permesso per lavoro subordinato rilasciata dall'ufficio postale (Circolare Ministero della Salute 17-4-2007);

•sostenere gli esami di guida e ottenere rilascio, rinnovo, duplicati e aggiornamento dei documenti di abilitazione alla guida e di circolazione ( Circolare Ministero dei trasporti 14-9-2007);

•l’uscita e il reingresso in Italia (Telegramma Ministero dell'Interno 28-7-2008). Per verificare i requisiti necessari si deve consultare la circolare corrispondente.

•Il cittadino straniero che ha fatto ingresso per lavoro autonomo in attesa del rilascio del primo permesso di soggiorno: può uscire e far reingresso in Italia (Telegramma Ministero dell'Interno 28-7-2008 ).

Lo straniero che ha fatto ingresso per ricongiungimento familiare in attesa del rilascio del primo permesso di soggiorno può: • ottenere l'iscrizione anagrafica (Circolare Ministero dell’Interno 2-8-2007);

•uscire e far reingresso in Italia (Telegramma Ministero dell'Interno 28-7-2008), purchè il viaggio avvenga con scalo diretto dall'Italia al Paese di origine senza scali intermedi in altri Paesi Schengen.

Per il cittadino straniero in fase di rinnovo del permesso di soggiorno vengono garantiti gli stessi diritti solitamente garantiti dal tipo di permesso di soggiorno da rinnovare (Direttiva Ministero Interno 5-8-2006).

Aggiornato a febbraio 2015

 
Aree
Categorie
Hai trovato utile il servizio?
Si No
 
 
Telefono mondo
Numero verde
Orari
Contatti
800.513.340
Lunedi Inglese Tagalog 14:00-18:00
Martedi Albanese 10:00-13:00 Urdu 14:00-18:00
Mercoledi Arabo Francese 10:00-13:00 Cinese 14:00-18:00
Giovedi Rumeno/Moldavo 10:00-13:00 14:00-18:00
Venerdi Spagnolo 14:00-18:00
Italiano ad ogni apertura
PAIS Palazzo delle Associazioni e Imprese Sociali
Via Angera 3 Milano
(ingresso da via Belgirate 15)

Telefono (+39) 02 66 98 60 00
Fax (+39) 02 67 57 43 34
Email info@telefonomondo.it