TELEFONO MONDO
800.513.340
Il servizio sara' attivo da lunedi a venerdi dalle 14.00 alle 17.30
Lingue:

Lunedi: Inglese Tagalog
Martedi: Arabo Francese
Mercoledi: Cinese
Giovedi: Albanese Moldavo
Venerdi: Spagnolo Portoghese
Permesso di soggiorno
Permesso soggiorno CE lungo soggiornanti
Welfare
Cittadini UE
Cittadinanza
Protezione internazionale

Chi è sposato con cittadino/a italiano/a...

Cittadinanza

Il coniuge di un cittadino italiano ha diritto di diventare italiano

  • dopo due anni dal matrimoniose residenti in Italia;
  • dopo tre anni dal matrimonio, se residenti all'estero. I tempi suindicati sono ridotti della metà in presenza di figli nati o adottati dai coniugi.

Bisogna inoltre

  • che non ci sia stata separazione legale, divorzio, o annullamento del matrimonio;
  • che lo straniero non abbia avuto condanne per reati non colposi per i quali la legge prevede la pena della reclusione non inferiore nel massimo a tre anni; reati contro la Stato , contro i diritti politici del cittadino; reati non politici con reclusione superiore ad un anno da parte di autorità giudiziaria straniera, quando la sentenza sia stata riconosciuta in Italia;
  • che non ci siano motivi contrari per la sicurezza dello stato.

La domanda di naturalizzazione va presentata al Prefetto della provincia di residenza, o al consolato italiano se residenti all'estero, insieme alla documentazione che dimostra i requisiti per avere la cittadinanza: estratto dell'atto di nascita, stato di famiglia, certificati degli stati esteri di origine e di residenza relativi ai precedenti penali e ai carichi pendenti, certificato penale dell'autorità giudiziaria italiana, certificato di residenza, copia dell'atto di matrimonio. I certificati rilasciati dalle amministrazioni estere devono essere tradotti e legalizzati dal consolato italiano nel paese che li ha rilasciati.

La legge del 15 luglio 2009 n. 94 ha introdotto il pagamento del contributto di 200 euro per le domande della cittadinanza italiana. In base agli accordi con le Poste italiane è stato istituito il conto corrente n. 809020 intestato al "Ministero dell'Interno DLCI- cittadinanza" per il versamento del contributo.

Per maggiori informazioni sui documenti da presentare, rivolgersi alla Prefettura competente.
Se lo straniero ha processi in corso, la procedura di naturalizzazione si ferma fino alla sentenza definitiva.

In base alle modifiche introdotte dalla legge del 15 luglio 2009 n.94 non deve essere interevenuto lo scioglimento, l'annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non susista la separazione personale dei coniugi fino alla data del provvedimento di conferimento della cittadinanza.
Se la domanda viene accettata, la persona deve fare il giuramento davanti all'Ufficiale di Stato civile, o al consolato se residenti all'estero, entro sei mesi da quando riceve la comunicazione. Se non fa il giuramento entro questo termine, il decreto di concessione viene annullato.

 
Aree
Categorie
Hai trovato utile il servizio?
Si No
 
 
Telefono mondo
Numero verde
Orari
Contatti
800.513.340
Lunedi Inglese Tagalog 14:00-18:00
Martedi Albanese 10:00-13:00 Urdu 14:00-18:00
Mercoledi Arabo Francese 10:00-13:00 Cinese 14:00-18:00
Giovedi Rumeno/Moldavo 10:00-13:00 14:00-18:00
Venerdi Spagnolo 14:00-18:00
Italiano ad ogni apertura
PAIS Palazzo delle Associazioni e Imprese Sociali
Via Angera 3 Milano
(ingresso da via Belgirate 15)

Telefono (+39) 02 66 98 60 00
Fax (+39) 02 67 57 43 34
Email info@telefonomondo.it