TELEFONO MONDO
800.513.340
Il servizio sara' attivo da lunedi a venerdi dalle 14.00 alle 17.30
Lingue:

Lunedi: Inglese Tagalog
Martedi: Arabo Francese
Mercoledi: Cinese
Giovedi: Albanese Moldavo
Venerdi: Spagnolo Portoghese
Permesso di soggiorno
Permesso soggiorno CE lungo soggiornanti
Welfare
Cittadini UE
Cittadinanza
Protezione internazionale

Il diritto di famiglia

Welfare

Il diritto di famiglia applicabile alle coppie straniere è come regola generale quello del paese di cui essi sono cittadini. La questione è però molto complessa, dipende dalle specifiche situazioni, ed è oggetto di molteplici problemi interpretativi anche perchè mancano chiari accordi internazionali. Questo aspetto non è secondario perchè costituisce il nodo centrale che emerge in caso di separazione e divorzio, affido dei figli, ecc. Vediamo più precisamente le varie situazioni riferibili a cittadini stranieri residenti in Italia.

  • Se entrambi sono stranieri con medesima cittadinanza e il matrimonio è stato celebrato secondo l'ordinamento del paese estero, si applica la legge del paese di origine.
  • Se entrambi sono stranieri e il matrimonio è stato celebrato secondo l'ordinamento italiano, ricorrono gli estremi per applicare il diritto di famiglia italiano; possono però ricorrere gli estremi per applicare anche quello straniero, se lo prevede la normativa del paese estero. In questo caso, può succedere che uno dei due coniugi si rivolga all'autorità giudiziaria italiana, l'altro a quella del paese di cui è cittadino, con la conseguenza di avere due diverse sentenze, ugualmente legittime e valide nei rispettivi paesi.
  • Se entrambi sono stranieri ma di diversa nazionalità, per la normativa italiana si applica la legge che è stata loro 'comune' durante il matrimonio, che in questo caso potrebbe appunto essere quella italiana. Ugualmente però possono intervenire le situazioni descritte prima.
  • Se uno dei coniugi è italiano, si applica la legge italiana. Ciò non toglie che il coniuge straniero faccia ricorso alla magistratura del proprio paese se ne ricorrono le condizioni. Situazioni di questo genere, in cui esistono due diverse decisioni da parte del giudice italiano e di quello straniero ad esempio a proposito dell'affidamento dei figli sono una realtà.

Anche quando i coniugi sono soggetti alla legge straniera, essi possono rivolgersi all'amministrazione italiana: in questo caso il giudice dovrà applicare nel giudizio non la legge italiana, ma quella del paese di cui gli interessati sono cittadini.

Indipendentemente da quale diritto di famiglia applicare, la legge italiana è comunque sempre applicabile nei casi in cui, su domanda di uno dei genitori o su segnalazione dei servizi si ponga la necessità

 
Aree
Categorie
Hai trovato utile il servizio?
Si No
 
 
Telefono mondo
Numero verde
Orari
Contatti
800.513.340
Lunedi Inglese Tagalog 14:00-18:00
Martedi Albanese 10:00-13:00 Urdu 14:00-18:00
Mercoledi Arabo Francese 10:00-13:00 Cinese 14:00-18:00
Giovedi Rumeno/Moldavo 10:00-13:00 14:00-18:00
Venerdi Spagnolo 14:00-18:00
Italiano ad ogni apertura
PAIS Palazzo delle Associazioni e Imprese Sociali
Via Angera 3 Milano
(ingresso da via Belgirate 15)

Telefono (+39) 02 66 98 60 00
Fax (+39) 02 67 57 43 34
Email info@telefonomondo.it